Ingredient: Pepe

Blog di antropologia del cibo

Come è dolce questo amaro

Io odio i francesismi in cucina sono amari. Lo so, e non sono un nazionalista tutt’altro. Ma c’è qualcosa che non ho digerito, sarà stato il dolce? Perché la Gioconda sta al Louvre? Perché i cavalli di san Marco stanno in Francia? Lo so è difficile chiederne la restituzione, direi anche assurdo perché i Francesi…
Leggi tutto

Un ermafrodite in cucina: Arancino o Arancina?

Arancino o Arancina? Nella parte occidentale dell’isola questa specialità è conosciuta come “arancina”, mentre nella parte orientale è chiamata “arancino”. L’arancino/a è stato importato dagli arabi che erano soliti mangiare con le mani riso e zafferano condito con erbe e carne. Quando i siciliani hanno visto mangiare il riso con le mani con al centro…
Leggi tutto

Pepata di frutti di mare stupefacente

….il mare che ci circonda con lo schiumare ci porta dentro nel cuore una freschezza che talvolta appassiona senza sentimento alimenta la tratta anteriore dello specifico umano mentre il vento lo scuote dentro  e fuori tra gli abbracci delle onde ed il frastuono del vento ci porta via pensieri di sale appassite aride scontate irrisorie certezze travolte da pensieri non respiro sotto…
Leggi tutto

Sarde a beccafico una metafora perfetta

Beccafico è un uccello canoro che vive in tutta europa, ma durante i mesi invernale si sposta sulla fascia del mediterraneo.  Questi simpatici uccelli dal facile cinguettio erano uno dei piatti prelibati dei nobili siciliani potendosi permettere la supponenza di un fucile. Essendo un bene alimentare di lusso inavvicinabile per la povera gente, qualcuno pensò…
Leggi tutto

Cous Cous alla regina di Saba

Il cuscus  è la sabbia nel deserto, è la seduzione della mano, la delicatezza dei movimenti, la lentezza del tempo che dura una vita, il piacere duttile e sensuale del gesto, un gesto religioso.Probabilmente il termine che più simboleggia la ritualità gastronomica del cuscus è l’aspersione. Una parola dal grande significato sacrale che simboleggia la…
Leggi tutto

Mani di donna. Cavati con ragù di pesce.

Le cose per essere devono avere una materia e la materia non può non avere una forma. La realtà dunque non è che una relazione tra il pieno ed il vuoto, dove la materia è organizzazione dello  spazio come nei Cavati fatti a mano. Non importa se parliamo dell’universo o di un piatto di pasta…
Leggi tutto

Pasta con le sarde o ca’ munnizza

  Sei un finocchio! Ma perchè?Culture che si incontrano e si sposano per questo “classico” della cucina siciliana greca, romana, araba, normanna e spagnola. La pasta con le sarde è tutto questo. Mare e monti per gli ingredienti che lo compongono, un piatto unico con pasta, pesce, verdure, frutta, formaggio. Questa verticalità storica e questa…
Leggi tutto

Alici limonate

Limonare è quel bacio che ci toglie il respiro, sopratutto quando sei al Cinema e stai vedendo un film che ti piace. Il bacio sembra che sia esclusiva degli adolescenti, mentre Milanesi e Francesi se ne contendono l’onore. Per gli Adolescenti Limonare è  un “vorrei ma non posso”. Per i Milanesi Limonare è un termine…
Leggi tutto

Arancine di Miglio e ricotta di capra

L’arancino/a cibo da strada è tra i più famosi della cultura alimentare Mediterranea siciliana. Il pane grattugiato o la farina con cui viene sigillato creano non pochi problemi a chi soffre di celiachia. Talvolta viene usata come condimento l’amido di frumento o mais per addensare il ragù ed altre volte la besciamella come farcia. In ogni…
Leggi tutto

La scaccia nel Commonwealth

1000 BUGIE: LO SBARCO A MARSALA L’11 Maggio 1860, quasi Mille avanzi di galera sbarcarono a Marsala, violenti e malfamati, protetti dagli Inglesi, con a capo un Criminale massone di nome Giuseppe Garibaldi, un ladro di cavalli, a cui avevano mozzato le orecchie in Argentina perché beccato in flagranza di reato. Un manipolo di barbari…
Leggi tutto

Millefoglie di bresaola di tonno

Millefoglie di bresaola di tonno in pasta phyllo con misticanza e emulsione d’arancio

Polpette di sarde e riduzione di Nero d’Avola

Cucina del riciclo? Le polpette di solito si fanno con il cibo avanzato, per questo offrono tanti varianti e non andrebbero mangiati mai in ristoranti poco conosciuti. Ma fatti in casa, sono molto buoni e offrono diversi modi di utilizzo,  sia come secondo piatto che come condimento per un primo.

La stupidità del cervello: un dittatore a tavola.

La rimozione totale dell’intestino, o meglio dall’esofago in giù, ci rende essere decollati. Sembra che nell’alimentazione umana esista solo la testa: si guarda, si annusa, si assaggia, si ingoia. Da questo momento in poi perdiamo il controllo totale del nostro cibo. Che sia bello, che sia profumato, che sia gustoso, il cibo finisce per diventare un’estetica…
Leggi tutto

abbabbaFOOD.com di Salvo Nicastro is Spam proof, with hiddy
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.