San Giorgio sconfigge il Drago: Carpaccio

Ma chi lo avrebbe mai detto che il pittore veneziano Vittore Carpaccio del 500 sarebbe diventato una fetta sottilissima di controfiletto di manzo? Nessuno. Nemmeno Giuseppe Cipriani proprietario del famoso Harry’s Bar di Venezia che per soddisfare  i capricci dietetici di una nobildonna negli anni cinquanta, creò questo piatto di carne cruda ricoperto di una salsa bianca a base di maionese, chiamandolo col suo nome.   Il richiamo ai colori e la coincidenza  di una mostra fecero il resto. Confesso che devo la scoperta del fantastico Artista veneziano a questa ricetta, sono sicuro che mi perdonerete perché sono stato sincero. Ma penso francamente di essere in buona compagnia. Devo anche dire che Cipriani ebbe una grande intuizione sia nel nome Carpaccio che nel piatto che effettivamente ne richiama i toni. Oggi il termine Carpaccio lo si usa per indicare fette sottilissime di qualcosa: avete mai sentito dire Carpaccio d’Euro? Beh tra un po sarà una ricetta internazionale come il Carpaccio di Manzo.

Carpaccio di Manzo

By 21/02/2013

Oggi facciamo Carpaccio di tutto, dal polpo alla melanzana, ma il classico è con il Manzo ed esattamente con il controfiletto. Nulla vieta di farlo con altri tagli ma vi consiglio di battere la carne per snervarla. La ricetta classica prevede un Top a base di una salsa di maionese e Worcestershire sauce, a me piace molto più semplice meno composto. Insalata cruda, che può essere radicchio piuttosto che Soncino o Rucola, Limone e Grana.

  • Prep Time : 10 minutes
  • Yield : 4

Ingredients

Instructions

  1. Adagiate le fettine di carne, senza sovrapporle in un piatto
  2. Marinate con il succo di limone
  3. Aggiungete la rucola e qualche ciuffo di radicchio rosso tritato
  4. Coprite con scaglie di Grana
  5. Sale, Pepe e Olio
Print
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento