Polpette di sarde e riduzione di Nero d’Avola

Cucina del riciclo?
Le polpette di solito si fanno con il cibo avanzato, per questo offrono tanti varianti e non andrebbero mangiati mai in ristoranti poco conosciuti. Ma fatti in casa, sono molto buoni e offrono diversi modi di utilizzo,  sia come secondo piatto che come condimento per un primo.

Polpette di sarde e riduzione di Nero d'Avola

By 04/01/2016

Ingredients

Instructions

  1. Pulire le sarde deliscandole e togliendo coda e pinne
  2. Metterle a macerare con un pò di aceto bianco
  3. Affettare la cipolla e stufarla lentamente con un pò d'olio ed alloro, aggiungere poco sale.
  4. In un ampio recipiente mettere insieme le uova sbattute, il pan grattato, il prezzemolo tritato, il formaggio, i pinoli e l'uva sultanina precedentemente ammollata.
  5. Salare poco e pepare amalgamare il tutto
  6. Infine aggiungere le sarde sminuzzate
  7. L'impasto deve risultare morbido
  8. Fare delle polpette
  9. Passarle prima nell'uovo e poi nel pan grattato
  10. Friggerle in abbondante olio d'Arachidi
  11. Per la riduzione mettere in un pentolino il Nero d'Avola
  12. Farlo andare lentamente fino a ridurlo di circa un terzo
  13. Aggiungere il miele e girare costantemente fino ad una consistenza cremosa
  14. Impiattare le polpette ben calde con la cipolla stufata e la
  15. Decorare con la riduzione del Nero d'Avola.
Print
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento