Arriva l’Estate: Minestra Minestrone Zuppa Crema Vellutata

Pensare che le Minestra, Minestrone, Zuppa, Crema, Vellutata, siano piatti dei mesi freddi è una inesattezza  dannosa per la nostra salute. Nei mesi caldi abbiamo bisogno di molta acqua e minerali di cui le verdure sono molto ricche, sarebbe un errore eliminare dalla nostra dieta questo tipo di cucina. Naturalmente cambiano gli ingredienti e la temperatura con cui vanno  somministrati a freddo, tiepidi o temperatura ambiente. Eliminare panne, formaggi, oli e grassi di qualsiasi tipo. Forse un pò di olio EVO a crudo… forse.
Ed allora: minestra o minestrone? Zuppa o passato? E ancora crema o vellutata? quale le differenze. Partiamo dal fatto che sono tutte e base di verdure e che possono prevedere secondo tradizione diversi ingredienti.

MINESTRA: verdure con pasta o riso o altro cereale anche in fiocchi molto brodose possibilmente integrali e bio. Da insaporire con qualche cucchiaio di Miso o del Tamari, oppure con un trito di erbe aromatiche mediterranee.  Porre molta attenzione al colore delle verdure.
MINESTRONE: verdure con legumi, ricco e robusto, con l’aggiunta di patate.
ZUPPA solo verdure accompagnate eventualmente con pane integrale, quindi poco brodose densi e consistenti, con sentore di olio aromatizzato all’aglio ed agli aromi.
CREMA: la crema un solo ingrediente, porri, peperoni, pomodori ecc. legata con un amido proveniente da una farina, riso, mais, ecc.
VELLUTATA composta al massimo da due-tre verdure, un amido come la patata e una verdura porri, zucchine, carote per renderla morbida bisogna aggiungere la panna di soia o di avena oppure ottima con Kuzu o semi di lino e frullare il tutto.
PASSATO: è una minestra o zuppa al mixer.

Ed allora facciamoci una spanciata di verdure!

Lascia un commento