Ius sanguinis ordinario razzismo

Le razze bovine sono classificate secondo le loro attitudini prevalenti: da latte o da carne una volta anche da lavoro. Le più famose in italia sono la Chianina, Marchigiana, Piemontese, Romagnola, Maremmana, Podolica, la Fassona Piemontese e  la più famosa rimane l’italiana  Frisona. Caratteristica della razza Frisona è la pezzatura bianca e nera sul mantello, particolarmente adatta come bovino da latte. Ogni razza è catalogata per caratteristiche fisiche e comportamentali. Mantello, Statura, Anteriora, Petto Arti, piedi, Groppa, Natiche, Mammella ecc. ed ancora Peso ed Altezza. Per esempio la Frisona ha una Testaespressiva, proporzionata, distinta e vigorosa, profilo superiore rettilineo; occhi vivaci, orecchie molto mobili, narici larghe e musello ampio e forti mascelle“.  Le Arti “posteriori in appiombo, forti e asciutti; piedi forti, ben serrati con suola alta, pastoie forti“.
Scusate la banalità ma per fare una italiana Frisona immagino ci vorrà un Frisone italiano. Così come per fare un Italiano almeno ci vuole un Italiano. In Italia la cittadinanza si basa sul principio “ius sanguinis“, ovvero per discendenza diretta da almeno un genitore in possesso della cittadinanza italiana. Quindi basta mezzo italiano per fare un Italiano mentre per fare la Frisona bisogna procurarsene due. Beh direi un bel vantaggio per gli umani. E’ di qualche anno fa il “Regio Decreto Legge, 17 novembre 1938-XVII, n.1728 ” su “Provvedimenti per la difesa della razza italiana” pensale che l’articolo 1) recitava in questo modo
Art. 1. Il matrimonio del cittadino italiano di razza ariana con persona appartenente ad altra razza è proibito. Il matrimonio celebrato in contrasto con tale divieto è nullo. 
Come dire che una Frisona non si può accoppiare con una Fasona, è vietato per legge. Ho cercato in giro per capire come faccio a sapere se sono di razza ariana o meno, così per curiosità visto che ci sono, forse vi può interessare anche a voi sapere se lo siete. Si ritiene un essere umano di razza ariana al 100% se possiede i seguenti requisiti:

  1. occhi azzurri
  2. capelli biondi
  3. fisico statuario
  4. psicotico
  5. sifilitico

Beh devo dire che Io non mi ci riconosco mi piacerebbe assomigliare di più all’  “espressiva, proporzionata, distinta e vigorosa” Frisona.
Voglio esporre un breve sunto dei progressi della dottrina sull’origine delle specie” così iniziava il famoso saggio di Charles Darwin “Sulla origine delle specie per elezione naturale, ovvero conservazione delle razze perfezionate nella lotta per l’esistenza
 “Ius sanguinis” è un retaggio di cultura tribale ed etnocentrica basata sul  l’egocentrismo razziale che ha paura. Paura del cambiamento, paura della straordinaria ricchezza genetica che la diversità ci trasmette. La selezione naturale è  la lotta per l’esistenza ma il vero nemico  non il diverso è l’uguale.
Ci batteremo contro la cittadinanza agli invasori extracomunitari per la difesa della nostra Terra, della nostra Gente” Deficienti, nel senso stretto di ignoranti, aristocrazie genetiche! Sopravviveranno i più adatti e i più adatti saranno i più diversi.
In Francia lo “ius soli” esiste dal 1515, siate cittadini del mondo non  per discendenza o filiazione ma per differenze genetiche e culturali. La costituzione più bella del mondo, barbari del 2000, cambiatela!
Barbaro gli antichi greci significava, straniero (letteralmente i “balbuzienti”), cioè coloro che non parlavano greco, e quindi non condividevano la cultura greca. Noi siamo dei veri barbari perché abbiamo una legge balbuziente.

E pensare che le nostre mucche italiane sono Bianche e Nere! E lasciamo il termine razza alla zootecnica.

Roast Beef avvolto nel Prosciutto

By 05/05/2013

A proposito di Nazionalismo ecco un piatto emblema degli Inglesi, che hanno trasformato le loro conquiste coloniali in praterie per far crescere la loro bistecca preferita. Piatti tradizionale domenicale delle famiglie anglosassoni, viene servito tiepido o freddo, accompagnato con lo Yorkshire pudding, piccoli soufflé fatti con farina, latte e uova. Siccome sono nazionalista anch'io non ho resistito a fare una ricetta tutta italiana con dell'ottimo prosciutto di Parma.

  • Prep Time : 60 minutes
  • Cook Time : 40 minutes
  • Yield : 10

Ingredients

Instructions

Fate questa considerazione prima di procedere: la forma del vostro pezzo di Roast Beef è irregolare per cui avrà cotture diverse. Se volete evitarlo legatelo. Altrimenti pensate ai vostri commensali, a chi piace più cruda e a chi più cotta ed avete risolto il problema, io faccio sempre in questo modo.

  1. Accendete il grill del forno al massimo della temperatura (200 gradi)
  2. Inserite il Roast Beef  nel forno e sorvegliatelo con molta attenzione
  3. Fatelo grigliare fino all'imbrunimento
  4. Giratelo in modo da sigillarlo in tutte le parti
  5. Portate il forno da grill a ventilato ad una temperatura di 100 gradi
  6. Lasciatelo cucinare per 30 minuti rigirandolo almeno una volta
  7. A questo punto dovrete decidere che tipo di cottura desiderata
  8. Blu, Al Sangue, Media
  9. Blu: estraete il Roast Beef  dal forno ed avvolgetelo nella carta argentata
  10. Al Sangue: lasciate a forno spento per altri 15 minuti
  11. Media: lasciate a forno spento per altri 30 minuti
  12. Lasciate intiepidire
  13.  Avvolgete il Roast Beef con il Prosciutto
  14. Lasciatelo rosolare in Padella con un pò d'olio
  15. Tagliare fette sottilissime e condite con sale, olio Evo a filo e pepe
Print

Lascia un commento