Impanate d’Agnello Ragusane

Non c’è festa senza pianto ne cibo. Così recita un detto siciliano. Dopo il Lamento e la Passione del venerdì Santo celebrata con rituali drammaturgichi popolari dove miti e riti pagani dionisiaci e quelli religiosi del cristianesimo si incontrano, la Pasqua è una apoteosi di piatti tipici della tradizione. Nel Ragusano, la settimana della passione si chiude con feste e banchetti dove l’Agnello ha un ruolo predominante. Il piatto tipico di queste zone è l’Impanata, un tipo particolare di focaccia conosciuta in Sicilia grazie alla dominazione spagnola (Le empanadas), una gustosa ricetta che conosce innumerevoli varianti locali, un piatto celebrativo e rituale che richiama una mega ostia eucaristica.

Impanate d'Agnello Ragusane

By 31/03/2013

Ogni famiglia ha le sue ricette e le sue varianti che poi si incontrando contaminandosi il lunedì di Pasquetta quando le famiglie si riuniscono scambiandosi  l'Impanata. Si tratta di una crosta di pane tipo focaccia farcita da carne di agnello, con o senza osso (ma quella con l'osso è più saporita incute timore ci vuole pazienza e bisogna stare seduti a tavola per consumarla) condita con prezzemolo, cipollina novella, pepe e sale e cotta al forno (possibilmente a pietra e alimentato con frasche di ulivo). Nelle mia famiglia contadina, aggiungiamo oltre alla cipolla novella,  fave e piselli del primo raccolto.

Potete accompagnare con dell'ottimo vino tipico come il Cerasuolo di Vittoria, Nero d'Avola, Ambrato di Comiso, Albanello, Vigne d'Oro, Valcanziria, Caricanti.

  • Prep Time : 2h 00 min
  • Cook Time : 40 minutes
  • Yield : 4

Ingredients

Instructions

  1. Sbollentare Fave e Piselli
  2. Tritare Cipolla e Prezzemolo
  3. Condite la carne d'Agnello la sera prima affinché continui a frollare e si impregni degli ingredienti insieme al sale e pepe.
  4. Impastate la farina con il lievito Madre e lasciate lievitare per 3 ore circa (nel caso di lievito industriale basta un ora)
  5. Preparate due piatti piani uno piccolo ed uno grande
  6. Stirate la pasta con il mattarello
  7. Utilizzare il piatto grande come forma per ritagliare  il fondo (l'inferiore)
  8. Il piatto piccolo per ritagliare dal coperchio (il superiore)
  9. Quindi si riempie con la Carne il fondo
  10. Si copre con il coperchio
  11. Si ripiegando i margini  e si saldano tra di loro con una leggera pressione i due lembi
  12. Poi  con un movimento di scivolamento del pollice sull'indice si crea un cordoncino intrecciato a spirale ("u rieficu") che servirà a chiudere l'impanata.
  13. Oliare la superficie e praticare dei forellini con una forchetta, serviranno per la traspirazione durante la cottura
  14. Infornate a 180 gradi per 40 minuti
  15. Lasciate raffreddare
  16. Si consumano appena tiepide
  17. Ottime fredde il giorno dopo
Print

Lascia un commento